Exultet: una pergamena pregiata

Gli Exultet conservati a Bari

Presso il Museo Diocesano di Bari sono conservati tre pergamene dell’Exultet del secolo XI.

Brevi pillole storiche
L’Exultet è l’incipit del canto liturgico che il sacerdote invoca durante la veglia di Pasqua, per esultare e annunciare la resurrezione di Cristo. Le tre pergamene sono una testimonianza del periodo medievale di una tradizione cristiana millenaria. In esse ritroviamo il testo del canto liturgico, in una lingua piuttosto lontana dal latino. Infatti le pergamene sono esempi scritti in una lingua volgare, più riconoscibile al dialetto barese. Inoltre ritroviamo anche immagini che descrivevano il canto. Le icone sono in puro stile bizantino, richiamando l’influenza orientale.

Ti svelo un segreto
Le pergamene sono esempi incredibili di primi testi scritti in lingua volgare nel Sud Italia. Inoltre ci sono dettagli piuttosto curiosi:

    • le immagini sono state realizzate al contrario rispetto all’andamento del testo, perchè durante l’intonazione dell’Exultet sull’ambone, il sacerdote mostrava le immagini ai fedeli, che non comprendevano il canto. Straordinario esempio di come c’era l’esigenza di far capire ciò che si diceva;
  • tra le tre pergamene, il documento più pregiato è l’ Exultet I, lungo ben 5 metri.

Cosa aspetti?
Se vuoi vedere di più… Visitala!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su