Rissa in galleria

Il mistero della Rissa in Galleria di Boccioni.

A Milano, presso la Pinacoteca di Brera, un quadro di Boccioni decora una delle sale del museo. Stiamo parlando della Rissa in Galleria. Cosa c’è da sapere di più riguardo l’opera? Il nostro esperto di misteri, Roberto Langdone è andato ad indagare.

Da dove incominciare?
Prima di procedere con l’analisi del quadro, è bene soffermarci un attimo sul suo autore: Umberto Boccioni. Il quadro è stato realizzato nel 1910, a seguito del soggiorno a Parigi da parte dell’artista. A quel tempo, Milano cresceva sempre più, assumendo il ruolo di città moderna. Il suo dinamismo era evidente attraverso gli enormi passi in avanti nella produttività industriale.

Il capoluogo lombardo, si sposa a pieno con il pensiero futurista di Boccioni. Infatti l’artista nel Manifesto dei pittori futuristi dirà testuali parole:
Tutto si muove, tutto corre, tutto volge rapido. Una figura non è mai stabile davanti a noi, ma appare e scompare incessantemente…

Perché il quadro esaminato necessita di questo preambolo?
È fondamentale aver fatto questa introduzione, per comprendere al meglio Rissa in Galleria. A primo impatto, il quadro mostra un certo movimento circolare che coinvolge tutte le figure rappresentate, con al centro le due protagoniste: due donne indefinite intente nella rissa. I colori delle sagome umane che circondano i due soggetti al centro sono vivaci e ci trasmettono la sensazione di una folla in movimento. Ma c’è di più! L’insieme di tutte questi elementi permettono anche di esprimere le sensazioni che si vivono durante una rissa: la paura, l’euforia, la violenza, ecc. ecc.

Le parole di Roberto Langdone
Rissa in Galleria è uno dei quadri simbolo del futurismo. Indubbiamente, Umberto Boccioni non ha voluto solamente rappresentare una rissa davanti ad una Galleria di Milano, ma ancora una volta, ha voluto disegnare il movimento tramite un gesto inconsueto. Qui non ritroviamo la Milano in crescita e dinamica, ma ritroviamo i milanesi con le medesime caratteristiche. Colori e movimento rispecchiano la realtà di una società cosciente dell’evoluzione che la sua città stava assumendo.

3 commenti su “Rissa in galleria

  1. I’ve been browsing on-line greater than 3 hours as of late, but I by no means discovered any attention-grabbing article like
    yours. It is lovely value sufficient for me. Personally, if
    all webmasters and bloggers made just right content material
    as you did, the internet can be much more helpful than ever before.

  2. Oh my goodness! Impressive article dude!
    Thank you, However I am having difficulties with your RSS.
    I don’t understand why I can’t join it. Is there anyone else getting similar RSS problems?

    Anyone that knows the solution can you kindly respond?
    Thanks!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su