Un viaggio da Milano a Cracovia

Come mai La dama con l’ermellino è a Cracovia?

La storia del quadro di Leonardo da Vinci, La dama con l’ermellino, presenta numerosi salti temporali, che porta il quadro da Milano, al castello di Wavel a Cracovia. Come mai un viaggio così lungo dall’Italia a Cracovia? Oggi con il nostro esperto di misteri dell’arte, Roberto Langdone, cercheremo di dare luce a questo mistero.

Quali sono le informazioni necessarie sul quadro?
Il quadro fu realizzato da Leonardo a Milano, per conto di Ludovico il Moro. Il soggetto ritratto era Cecilia Gallerani, amante del Signore di Milano e donna di grande cultura. Persino il poeta Bellincioni definì la donna, come una stella. A livello stilistico, il dipinto mette in chiaro gli studi che Leonardo stava compiendo a Milano sull’anatomia umana. Il ritratto rappresenta uno dei primi esempi del cammino professionale di Leonardo, che tentò di avvicinarsi il più possibile a rappresentare la realtà.

Come prosegue la storia?
È proprio in questo momento che non ci sono più testimonianze. Esiste un buco temporale che va dal XVI secolo fino al XIX secolo. La ragione di tutto ciò forse proviene dal fatto che il quadro perse la sua paternità, e non considerandolo più un’opera di Leonardo, non ebbe più tanta considerazione.

La storia poi ci porta al 1801, quando il quadro fu comprato dalla famiglia polacca Czartoryski e fece parte della loro collezione. Da allora, il quadro è rimasto in Polonia e solamente pochi anni fa, l’ultimo erede ha deciso di cedere il quadro allo Stato. Oggi, La dama con l’ermellino è di proprietà della Polonia.

Le parole di Roberto Langdone
Certamente, non abbiamo completamente risposto alla nostra principale domanda, in quanto non possediamo sufficienti prove per comprendere il diverso itinerario che il quadro ha dovuto sostenere. La risposta risiede proprio nella situazione in cui fu messa in discussione la paternità del quadro. Non considerandolo più un dipinto di Leonardo, non c’era motivo di comprendere il suo viaggio. Fortunatamente però la famiglia Czartoryski ne aveva capito l’importanza! Mi piace vedere La dama con l’ermellino come simbolo della Polonia… Cecilia Gallerani, signora di Polonia. Anche in una terra lontana come Cracovia, Leonardo aveva raggiunto la sua fama!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su