Una Gioconda spagnola

Roberto Langdone e il mistero della copia della Gioconda

Roberto Langdone è a Madrid, Museo del Prado per svelare il mistero legato al secondo quadro della Gioconda.

Il Mistero
La Gioconda spagnola è una perfetta copia dell’originale conservata al Museo del Louvre. Come mai esiste una copia del quadro più famoso del mondo?  Esiste un legame tra di loro?

L’Analisi
L’opera conservata a Madrid presenta lo stesso soggetto del quadro di da Vinci.  A livello tecnico sembrerebbe che la Gioconda spagnola sia conservata meglio rispetto all’originale. I colori sono più appariscenti e anche il paesaggio è più nitido. Se la Gioconda conservata a Parigi è stata realizzata da Leonardo, di quella spagnola non abbiamo tanta certezza…

Le parole di Roberto Langdone

Il caso non è complicato. La straordinaria fama di Leonardo da Vinci, gli ha permesso di avere dei suoi allievi che, riprendendo lo stile del noto artista, creavano le loro tele. Tali artisti sono definiti leonardeschi.

È probabile che sia stato un leonardesco a creare una copia della Gioconda. Basta fare il confronto con quella francese. La tecnica della Gioconda spagnola è molto semplice, ma soprattutto compatta, invece l’originale presenta la tipica tecnica dello sfumato, una famosa caratteristica di Leonardo da Vinci. 

Con certezza i quadri sono stati dipinti nello stesso periodo, unico caso tra le varie copie della Gioconda. 

Esistono numerose copie della Gioconda, ma la versione spagnola rimane quella più autentica e vicina all’originale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su